Aratinga solstitialis

1) Descrizione: Piumaggio prevalentemente giallo. La testa e ventre color di colore arancio scuro; il petto e il dorso gialli; le piccole remiganti primarie con margini verdi e le grandi primarie azzurre. L’occhio di colore marrone è circondato da un largo anello bianco, che è più piccolo nella femmina. Il becco è grigio scuro, e le zampe sono grigie. Gli uccelli giovani hanno più colore verde e meno colore arando e le loro iridi sono nere.

La femmina ha un poco più di verde sulle ali.

Lunghezza: 30 cm


A) Allo stato naturale:


1. Habitat: Vive abitualmente nelle foreste aperte, nelle savane con cespugli, alberi e con boschetti di palme. Lo troviamo nelle regioni di Parà, Ampà e Amazonia del Brasile nord-occidentale, nella Guyana francese a Surinami, nell’ estremo sud est del Venezuela.


 2.Comportamento: poco si conosce delle sue abitudini in natura. Normalmente si riunisce in piccoli gruppi costituiti da 4 a 12 esemplari ma a volte lo si può osservare anche in gruppi di una trentina di esemplari appollaiati sugli alberi di frutta. Nonostante il piumaggio sgargiante, riesce a mimetizzarsi bene tra i cespugli secchi. Naturalmente è più facile vederlo durante il volo e ciò anche a causa del grido che emette. Il suo volo è veloce e diretto. Il verso di richiamo è ripetuto rapidamente mentre durante il pasto emette un verso simile alla chioccia.

3. Dieta: si nutre di semi, bacche, frutti (cactus) e anche di fiori


B) In allevamento


1. Comportamento: Il Conuro del sole è
 un pappagallo robusto e di facile allevamento,
dotato di una voce forte, è mediamente
rumoroso e fa sentire la sua voce
specialmente al mattino presto, nel
tardo pomeriggio e quando è
spaventato. Vivace, curioso, e affatto
timido si abitua presto al suo allevatore.
Ama rosicchiare le cose dure e fa
regolare provvista di rami freschi. Fa
volentieri il bagno. Durante la stagione
riproduttiva i maschi diventano estremamente eccitati se qualcuno entra nella voliera per ispezionare il nido. Durante la notte, questi bellissimi uccelli amano ritirarsi nel cavo di un albero o nella cassetta-nido. Gli uccelli di recente importazione non possono essere tenuti a una temperatura inferiore ai 20 °C.

 2. Alloggiamento: In periodo non riproduttivo 

 

3. Dieta : in cattività può essere alimentato con un buon misto di semi di girasole, grano saraceno, misto canarini, vari tipi di miglio, avena e scagliola

 

4. Riproduzione: la femmina depone 3-6 uova e le cova per 23 giorni. Le cure parentali dei piccoli sono effettuate da entrambi i genitori e i piccoli lasciano il nido dopo 8 settimane. La cassetta nido dovrebbe avere le seguenti dimensioni: 40 x25 x25 cm e il foro di entrata deve essere di 8 cm. Anche dopo aver lasciato il nido i giovani vi ritornano volentieri per passarvi la notte.

 

5.Presenza negli allevamenti: Sconosciuta in Europa fino al 1971, è ora abbastanza comune in cattività grazie alla sua prolificità. Il costo per una coppia è relativamente alto.

Bibliografia;
F.M. Forshaw: Parrots in the world, 2° edizione Lasdowne, Press.1978 R. Low: Parrots, blandford Press Ltd, 1984
R. Low: I Pappagalli, ed Mursia 1991
R.Massa –V. Venuto: Pappagalli del Mondo, Mondatori, 1997
T. Arndt: Lexicon of parrots, Arndt:Verlang. 2004